Prova Gratuita!
parallax background
La truffa corre sul filo della PEC
09/03/2020
 


Gli strumenti di comunicazione sono importanti quando i dipendenti lavorano da casa ed è essenziale che questi strumenti garantiscano lavoro di squadra efficiente e comunicazioni sicure da qualsiasi luogo.

La situazione d’emergenza sanitaria che stiamo vivendo assieme alle conseguenti misure di prevenzione e controllo attuate dal governo per contenere e limitare la diffusione del virus COVID-19 hanno spinto molte aziende italiane ad adoperarsi in maniera alternativa, attraverso il telelavoro.

Il telelavoro è la possibilità per un dipendente, o un collaboratore, di svolgere le proprie mansioni in una posizione geografica che differisce dalla sede lavorativa dell’azienda, mediante l’utilizzo delle moderne tecnologie informatiche e di telecomunicazione. Questa modalità di lavoro presenta molti vantaggi sia dal punto di vista aziendale per una potenziale riduzione dei costi delle utenze (consumo energetico, riscaldamento o climatizzazione, acqua ecc), sia per il lavoratore che ne trae beneficio risparmiando tempi di spostamento ed energie, che potrà dedicare alternativamente a se stesso e ai propri affetti, con una potenziale riduzione dello stress e un beneficio economico. .

Non è, però, tutto oro ciò che luccica. Bisogna considerare anche altri aspetti.

Un’azienda che decide di operare tramite telelavoro dovrà fornire ai dipendenti un adeguato supporto tecnico, procedure e mezzi di sicurezza, in modo da tutelare i dati aziendali e personali che viaggeranno telematicamente. Un’attenzione di fondamentale importanza data la crescente complessità degli attacchi informatici e l’entrata in vigore del GDPR. È bene, quindi, quindi fornire ai dipendenti non solo dispositivi moderni e protetti, ma anche tutte le soluzioni che permettano l’invio sicuro e crittografato di comunicazioni, allegati di qualsiasi dimensione e documenti da firmare.

Per rispondere a queste esigenze Francopost propone RMail che, oltre alle sue funzionalità di crittografia sia TLS che AES a 266 bit, offre un pacchetto di funzioni che comprendono la prova di consegna registrata e verificabile con marca temporale, la firma elettronica di documenti conforme al regolamento eIDAS e l’invio di allegati anche di grandi dimensioni (fino a 1GB), il tutto direttamente dal proprio account di posta e senza doversi registrare a portali esterni.
 
Giacomo Ariboni
Giacomo Ariboni
RMail specialist and R&D Manager at Francopost Srl, Passionate of travel, photography and good food. My new goal is to make RMail / RSign solutions a standard for the security of our digital communications and transactions.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *